Il Curriculum per una Nuova Scuola

Il Curriculum per una Nuova Scuola

Per la ripresa delle attività educative-didattiche per la fascia di età 3-6 anni secondo le Linee guida per la riapertura dei servizi per l’infanzia.

Interventi e misure di sicurezza per la prevenzione e il contenimento della diffusione di COVID-19

Con calma, creatività e fiducia: “La misura dell’amore sta nella sua costanza e nella sua lentezza”.

PERIODO: Settembre / Dicembre 2020

RIMETTIAMOCI IN GIOCO

Il personale educativo, tenuto conto delle linee guida man mano emanate, ha predisposto il progetto per i primi mesi dell’anno scolastico 2020/2021, presentato e approvato dal Gestore in data 26 giugno 2020.

La scuola che ci aspetterà a settembre ci chiederà maggiore consapevolezza sulle scelte organizzative in termini di spazi, tempi e materiali. Le insegnanti inoltre hanno elaborato un mini- progetto educativo speciale “la scatola delle emozioni”, pensato come ricostruzione della fiducia e dell’ascolto. L’azione educativa si soffermerà in particolar modo su ciò che il bambino ha provato e vissuto nel periodo di quarantena o che prova in una precisa circostanza, per aiutarlo ad analizzare le diverse emozioni e sensazioni percepite fisicamente e dar loro un nome.

SEZIONI/GRUPPI

Alla luce della normativa sanitaria e dei rapporti numerici, sia la struttura fisica che la composi-zione delle sezioni sono state riorganizzate in gruppi.

All’interno e all’esterno sono stati individuati gli spazi distinti utilizzabili da ogni singolo gruppo.

La composizione dei gruppi di bambini sarà stabile nel tempo, saranno evitate attività di intersezione tra gruppi diversi, mantenendo, inoltre, lo stesso personale a contatto con lo stesso gruppo di bambini, quindi verrà garantita sempre la stessa insegnante per ogni gruppo per tutta la durata della giornata.,

Gruppo Tulipani
Educatrici Alice e Lorena: gruppo omogeneo di 12 bambini ex anticipatari e nuovi iscritti

Gruppo Margherite
I
nsegnante Daniela: gruppo eterogeneo, con 11 bambini mezzani/grandi

Gruppo Papaveri
Insegnante Silvia: gruppo eterogeneo, con 12 bambini mezzani/grandi

TEMPI SCOLASTICI

Nel rispetto delle linee guida, il servizio pre e post-scuola sarà sospeso, almeno fino a tutto dicembre, perché i bambini di gruppi diversi non devono mischiarsi.

La settimana scolastica sarà di 37,50 ore pari a 7,50 ore giornaliere in virtù dell’impegno di tutto il corpo docente per assecondare i bisogni della maggior parte delle famiglie.

I tempi per l’accoglienza al mattino saranno prolungati per avere gli ingressi scaglionati e separati.

Sulla base delle risposte al questionario inviato alle famiglie e per evitare assembramenti, gli ingressi dei gruppi avverranno secondo i seguenti orari:

Tulipani

Ingresso dalle 8:00 alle 8:45 – Uscita dalle ore 15:00 alle 15:30

Margherite e Papaveri 

Ingresso dalle 8:45 alle 9:30 – Uscita dalle ore 15:45 alle 16:15

SPAZI E ANGOLI

Gruppo Tulipani: usufruirà del salone al Piano Terra che verrà adibito alle attività educative e un angolo riservato al  pranzo, l’aula di musica sarà adibita allo “spazio nanna”, lo spogliatoio sarà adiacente all’aula, il bagno che verrà utilizzato confina con l’aula.

Gruppo Margherite: usufruirà dello spazio ex laboratorio al primo piano, il bagno è annesso al locale, lo spogliatoio verrà allestito in un angolo del salone, il salone verrà usufruito dal gruppo per il gioco libero o motorio, un angolo adibito al pranzo.

Gruppo Papaveri : la sezione è invariata, il bagno è adiacente all’aula, lo spogliatoio sarà posto in corridoio, l’aula ex – margherite verrà utilizzata per il gioco motorio e un angolo riservato a pranzo, l’ex aula nanna verrà utilizzata come magazzino.

I vari gruppi avranno a disposizione angoli strutturati che sono importanti perché sono uno spazio a misura del bambino, rispondono a differenti esigenze come la socialità e la condivisione pur rimanendo distanziati fra loro.

  • Angolo della casetta
  • Angolo morbido
  • Angolo travasi (per la sezione dei Tulipani)
  • Angolo espressivo allestito con cavalletti per la pittura. Le tempere verranno versate nei piatti di plastica che alla fine verranno buttati
  • Angolo dei giochi logici

 

MATERIALI

I materiali vengono scelti in base a criteri di relazione, di apprendimento, di sviluppo delle competenze. Sarà vario e limitato, per agevolare la pulizia quotidiana e facilmente igienizzabile. Verrà eventualmente sostituito e alternato in base alle esigenze. Verrà data ad ogni bambino la scatolina personale contenente il proprio materiale: pennarelli, matite, forbici, colla.

Per la manipolazione i bambini potranno utilizzare la pasta di sale che verrà preparata al momen-to. I bambini non potranno andare in un altro gruppo a prendere il materiale, dovrà essere tutto a portata di mano e non potranno portare da casa i loro giochi.

SPAZIO GIARDINO

Come previsto dalle norme, il giardino, tempo permettendo, sarà utilizzato il più possibile anche in modo contemporaneo da tutti i gruppi, garantendo spazi separati. I Tulipani utilizzeranno lo spazio delimitato tra la rete e la siepe già attrezzato con i giochi. Le Margherite utilizzeranno lo spazio con lo “scivolo a castello”. I Papaveri avranno lo spazio erboso che si trova tra la siepe e il muro di cinta. Questo sarà l’unico spazio che verrà delimitato con un nastro perché è confinante con lo spazio che utilizzano le Margherite.

Inoltre, verrà rifornito dello scivolo e del bruco che ci sono nel salone perché è sprovvisto di giochi. Ad ogni spazio verranno posizionati i tavolini di legno utilizzati per i giochi da tavolo e anche per il pranzo all’esterno. Per accedere al giardino, ciascun gruppo seguirà un percorso differenziato.

INGRESSI

L’accesso alla struttura dall’esterno prevede due entrate differenti che saranno ben visibili attraverso dei cartelli posti sui cancelli con il nome del gruppo.

  • Passo carraio per i gruppi dei Tulipani e Margherite
  • Cancello pedonale per i Papaveri

 

All’interno dei cortili, ogni gruppo avrà un’ulteriore percorso per accedere allo spogliatoio, dove gli accompagnatori troveranno il gel disinfettante.

  • Tulipani discesa scala esterna
  • Margherite ascesa scala che porta al salone del piano rialzato
  • Papaveri ingresso principale e salita della scala che porta al piano rialzato.

 

Un solo accompagnatore per bambino dovrà accedere unicamente allo spazio spogliatoio del suo gruppo munito dei prescritti dispositivi sanitari, e mantenendo la distanza di sicurezza tra le persone, dove incontrerà l’insegnante sia per l’accoglienza che per la dimissione.

I genitori dovranno attenersi a quanto previsto nell’allegato PATTO DI CORRESPONSABILITA’.  

RELAZIONI 

Durante questa crisi i bambini sono stati sottoposti ad uno stress prolungato perciò occorre rivedere gli stili di relazione, superando le paure. Cercheremo insieme ai bambini altri modi per far sentire a loro lo stesso affetto che si sente con un abbraccio. Sperimenteremo più linguaggi possibili per narrare e narrarsi. Si vuole aiutare il bambino a narrare non tanto quello che è successo, ma il modo in cui essi hanno vissuto in questa situazione. Il gioco, il disegno, sono alcuni dei mezzi che aiuteranno il bambino ad autoregolarsi trovando il suo spazio per esprimersi.

Dovranno riprendere la relazione con gli altri, tornare a rivedere i luoghi, gli spazi e a capire cosa servono. Importanza verrà data ai rituali dell’accoglienza e del commiato.

Per questo, considerando la delicata fase dell’accoglienza dei piccoli, verrà allestito lo “spazio delle coccole” adiacente all’aula dei Tulipani, al fine di favorire un distacco più sereno tra il genitore e il proprio bambino. Questa modalità andrà a sostituire la tradizionale modalità di inserimento.

RAPPORTI SCUOLA/FAMIGLIA

I rapporti tra scuola e famiglia saranno regolati come segue:

  • Incontri con la Segreteria solo su appuntamento
  • colloqui individuali con l’Insegnante solo su appuntamento
  • Pagamenti solo tramite bonifico bancario
  • Fino a nuove disposizioni non saranno programmate feste e uscite didattiche

 

PROGETTO EDUCATIVO

Considerato il carico emotivo che i bambini hanno vissuto in questo periodo, organizziamo un pro-getto solamente educativo, vale a dire senza un vero e proprio programma didattico e di laboratorio, che terrà conto delle emozioni. La finalità di questo progetto è quella di creare nella scuola un ambiente sereno che consentirà al bambino lo star bene a scuola, di comprendere e di educare i propri sentimenti.  Si propone al solo gruppo dei Tulipani la pratica dello yoga dove si vuol dare la possibilità di conoscere la bellezza della lentezza, sviluppando anche la capacità di conoscere le proprie emozioni attraverso attività fisiche.

Una metodologia elastica a tratti montessoriana e maieutica che dia importanza e valore all’ascolto, alla costruzione di un tempo lento, al gioco, alla narrazione, alla cura del bambino e ai rituali di accoglienza e commiato.

Il progetto utilizzerà la narrazione e l’ascolto come atteggiamento di cura del sé interiore.

“La scatola delle emozioni” si propone di offrire ai bambini, sin dai primissimi giorni di scuola, la possibilità di:

  • Manifestare i propri stati d’animo
  • Conoscere e riconoscere le emozioni
  • Raccontare sensazioni

 

OBIETTIVI

– Offrire ai bambini la possibilità di sentire, riconoscere, esprimere ed elaborare le emozioni.
– Rendere protagonista il bambino della sua storia attraverso il racconto
– Favorire “la cura” della relazione
– Conoscere e discriminare le emozioni fondamentali.
– Esprimere il proprio stato emotivo.
– Controllare le proprie emozioni.
– Riconoscere le emozioni altrui

FASI DEL PERCORSO

1) ACCOGLIENZA: Le storie come dimensione immaginativa

2) FASE ESPLORATIVA: Suoni e colori delle emozioni

3) FASE CREATIVA: L’uso dei materiali per esprimere emozioni

1 – FASE  DELL’ACCOGLIENZA

1) Fase del racconto e dell’ascolto

I bambini saranno invitati a raccontare esperienze vissute durante il periodo del lockdown.

Nella fase dell’ascolto l’insegnante avrà cura di far emergere le emozioni vissute dai bambini attraverso domande-stimolo e di condividerle con l’intero gruppo classe attraverso l’utilizzo delle “palette delle emozioni”.

2) Fase dell’ascolto e rielaborazione di una storia.

Ai bambini verrà proposto l’ascolto di una storia appositamente scelta dalle insegnanti per soffermarsi sulle emozioni provate nei primi tempi di scuola. Nella fase della rielaborazione ai bambini saranno proposte attività grafico-pittoriche e manipolative.

3) Fase dei giochi dell’accoglienza “Emozioni in gioco”

Ai bambini saranno proposte attività ludiche finalizzate alla libera espressione di stati emotivi:

– Gioia: laboratorio psico-motorio in palestra con palloncini e scatole

– Paura: gioco motorio “Attenti al lupo”

– Rabbia: gioco di squadra “Colpisci il bersaglio”

– Tristezza: gioco musicale “Ho perso il posto”

2 – FASE ESPLORATIVA

Consideriamo l’ambiente esterno come fosse un’aula didattica dove il bambino potrà fare esperienza diretta

Obiettivi

  • Individuare e riconoscere suoni e rumori della natura e dell’ambiente che suscitano emozioni.
  • Scoprire i colori come modalità di espressione delle emozioni (rabbia, gioia, tristezza);
  • Rappresentare graficamente emozioni/stati d’animo/situazioni;
  • Associare le emozioni ai colori;
  • Esplorare il giardino, la propria terra toccandola e diventando protagonisti attivi
  • Risvegliare nei bambini la sorpresa e lo stupore
  • Lasciare libero spazio alle emozioni e sensazioni vissute dai bambini durante tutta l’esperienza
  • Avere maggiore responsabilità verso le cose che ci circondano

 

3 – FASE DELLA CREATIVITA’

Rifacendoci all’Enciclica “Laudato sì” chiaramente riferita alla bellezza del creato lodata da San Francesco d’Assisi, si utilizzerà il giardino per svolgere delle attività connesse al “Cantico delle Creature” quali ad esempio:

  • Preparazione della terra
  • Seminagione
  • Cura e nutrizione
  • Innaffiatura
  • Osservazione
  • Raccolta

 

VERIFICA

La verifica dei contenuti avviene tramite la conoscenza degli elementi, attività mirate, disegni e filastrocche, e attraverso la descrizione dettagliata delle emozioni dei bambini stessi.

No Comments

Post A Comment